Archivio | vita RSS feed for this section

ORGOGLIO E UMILTÀ

13 Set

“«Grazie», disse il vecchio. Era troppo semplice per chiedersi quando avesse raggiunto l’umiltà. Ma sapeva di averla raggiunta e sapeva che questo non era indecoroso e non coportava la perdita del vero orgoglio”. (Ernest Hemingway, Il vecchio e il mare).

Santiago, il pescatore, il “contadino” del mare, forse con la sola terza elementare come ce n’erano un tempo, ci dà una grande lezione di vita dimostrandoci di saper distinguere tra umiltà e sano orgoglio, che possono coesistere.

Annunci

COMPLICITÀ

12 Set

Chi non ha letto “Il vecchio e il mare” dovrebbe farlo. Non per la passione per la pesca, che assolutamente non mi appartiene, ma per il rapporto tra il vecchio pescatore Santiago e il suo giovane amico Manolo.

Me l’ha ricordato una twitteramica, alla quale dedico questo post, con riferimento ai rapporti tra me e mio nipote, un continuo scambio di esperienze. Scambio, dall’adulto al preadolescente e viceversa, con stili di vita e esperienze diverse che per questo arricchiscono tutti e due. Alla sua età avevamo realtà e opportunità (poche) diverse da quelle di ora.

La copertina dell’edizione che ho io ritrae un uomo con la barba, come la mia ed è quella che conta, i capelli son “roba da donne” 🙂 . I protagonisti ovviamente sono due uomini, perché la pesca è un mestiere duro ma estraniandosi da essa la prima parte calza benissimo in un rapporto nonna e nipote femmina.

Poi, se volete, leggete anche il resto del libro, la lotta di sopravvivenza tra il pescatore e il pesce.

VALORI

3 Ago

In questo mondo balordo fatto di odio e di violenza, aiutare una persona per strada o restituire un portafogli da atti normali sono diventati oggetto di notizia.

C’è da riflettere.

METTERSI IN GIOCO

19 Giu

tumblr_n35jr5CirJ1soupk2o2_r1_250

Mettersi in gioco, ma non a un tavolo da poker.

Mettersi in gioco, superare i limiti auto imposti, che spesso sono scuse, essere convinti delle proprie idee e saperle difendere ma allo stesso tempo essere aperti al nuovo, alle idee dell’altro.

Mettersi in gioco, forse si può perdere, ma ci si può rialzare.

Mettersi in gioco, a stare fermi non si conclude nulla e si invecchia prima.

Mettersi in gioco, vivere!

Facile? Può darsi, io non l’ho scritto.

PERSONALITÀ

28 Apr

Quando capita, nei discorsi, cito tale Lucy van Pelt, e spesso mi chiedono chi sia.

Lucy”, rispondo “la sorella di Linus”. “Ah, ecco!”.

Lucy, antipatica, burbera, piena di sé, innamorata non corrisposta dell’aspirante pianista Schroeder, con il suo banchetto non di limonata come tutti i bambini americani ma di aiuto psicologico a 5 cent (se volete sostituite il nome e volgete gli aggettivi al maschile).

Lucy è unica, come me, come ciascuna e ciascuno di voi. Sarà per questo motivo che un giorno è sbottata con quel famoso

lucy_mia0

Lucy non è  solo come la sorella di Linus, perché vive di vita propria, come accadde ad una copia di miei amici. Lui più famoso di lei che veniva citata spesso come “la moglie di Orazio”, finché, stufa di questa etichetta, una sera annunciò “urbi et orbi” “Io sono Giulia, non la moglie di Orazio!”.

È per questo motivo che sul mio biglietto da visita, oltre alla mia mitica barba, c’è il nome in grassetto e il cognome no. Perché anche il nome casale, o maritale per le donne sposate, è certamente utile ma secondario.

A PROPOSITO DI ALFIE EVANS

24 Apr

Scrivevo il 17 novembre scorso, ma tuttora valido nella sua attualità. I cattolici e i pro life dovrebbero leggere attentamente soprattutto il Messaggio del Santo Padre al Presidente della Pontificia Accademia per la Vita.

METTERSI IN GIOCO

21 Apr

tumblr_n35jr5CirJ1soupk2o2_r1_250

Mettersi in gioco, superare i limiti autoimposti che spesso sono scuse, essere convinti delle proprie idee e saperle difendere ma allo stesso tempo aperti al nuovo, alle idee dell’altro.

Mettersi in gioco, ma non a un tavolo da poker.

Mettersi in gioco, forse si può perdere, ma ci si può rialzare.

Mettersi in gioco, a stare fermi non si conclude nulla e si invecchia prima.

Mettersi in gioco, vivere!

Facile? Può darsi, io non l’ho scritto.