SALUTI MATTUTINI

23 Gen

Chiunque usi un mezzo pubblico per recarsi al lavoro finisce con d’incontrare sempre le stesse persone.

Così con una signora cominciai a scambiare un saluto o un sorriso con una signora, senza sapere nulla di lei e viceversa, ognuno per la propria strada, verso il proprio lavoro.

Non la vidi per una decina di giorni. Riapparsa, sentì di doversi scusare: “Sono stata a casa perché la mia bambina stava male” Scuse non richieste né dovute, ma che hanno fatto bene, come sentimento di comunione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: