BLOOM’S DAY A MODO MIO

16 Giu

Nell’immaginario collettivo l’Ulisse è noto per il suo primo punto fermo a pagina 5, da cui la definizione di una persona logorroica o che non lascia spazio al dialogo come di una che “parla come James Joyce nell’Ulisse”.

Anni or sono avemmo ospite a casa nostra per motivi di studio la figlia di nostri amici di Brindisi (poi scoprimmo che oltre che per motivi di studio lei era venuta anche per un ragazzo in regione, ma questa è un’altra storia 🙂 ).

Quando per lei fu tempo di tornare a casa, il padre ci mandò un assegno a parziale copertura delle spese. Per non entrare in quel vicolo cieco del “non dovevi” e dell’”insisto”, poiché la ragazza era un’appassionata lettrice, decidemmo di farle una sorpresa impiegando il denaro regalandole una valigia di libri.

Tra i libri non poteva certo mancare l’Ulisse di James Joyce (nell’edizione degli Oscar con il commentario) che però confezionammo in un pacchetto a parte con l’avvertenza in un bigliettino, “Da aprire tra qualche anno”.

Perché, diciamolo pure, l’Ulisse è un capolavoro della letteratura, ma una diciottenne ha diritto ad aspettare un po’ prima di affrontarlo.

Giacomo perdoni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: