DI MINESTRE E PRIMOGENITURE

1 Apr

Molti conoscono l’espressione “cedere qualcosa per un piatto di lenticchie” ma forse non tutti sanno che deriva dai tempi in cui la primogenitura era un valore, per l’eredità ma soprattutto, presso gli ebrei, per una benedizione particolare.

Ecco come andò.

I due bambini crebbero. Esaù divenne un esperto cacciatore, un uomo della steppa, e Giacobbe un uomo tranquillo che se ne stava nelle tende. Isacco amava Esaù, perché la cacciagione era di suo gusto. Rebecca invece amava Giacobbe. Or mentre Giacobbe faceva cuocere una minestra, Esaù sopraggiunse dai campi, tutto stanco. Esaù disse a Giacobbe: «Dammi per favore da mangiare un po’ di questa minestra rossa, perché sono stanco». Perciò fu chiamato Edom [tutti i nomi avevano un significato]. Giacobbe gli rispose: «Vendimi prima di tutto la tua primogenitura». Esaù disse: «Ecco, io sto morendo; a che mi serve la primogenitura?» Giacobbe disse: «Prima, giuramelo». Esaù glielo giurò e vendette la sua primogenitura a Giacobbe. Allora Giacobbe diede a Esaù del pane e della minestra di lenticchie. Egli mangiò e bevve; poi si alzò, e se ne andò. (Genesi 25:27-34).

Lo scrittore conclude la narrazione con un commento molto amaro,”Fu in questo modo che Esaù disprezzò la primogenitura”.

Ci sia da monito per quando sottovalutiamo, trascuriamo o addirittura nascondiamo i doni che il Signore ci ha dato e continua a darci anziché farli fruttare

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: