TRE PUNTI DI VISTA SULLA GIOVINEZZA

11 Nov

Ho visto in uno scaffale di un supermercato il libro La storia dei Medici, a € 9,90, sconto 15%. Ovviamente non è la storia della famiglia Medici, ma il testo da cui è stato ricavato il film che, come molti altri, non è fedele alla realtà storica.

Nipote di Cosimo, Lorenzo de’ Medici, detto il Magnifico, è famoso per la la ripresa (ritornello) sulla giovinezza nella sua ballata La canzone di Bacco.

Quant’è bella giovinezza

che si fugge tuttavia!
Chi vuole esser lieto, sia,
di doman non c’è certezza.

Lorenzo de’ Medici, La canzone di Bacco.

È interessante confrontare il suo testo con altri due famosi, quello di Giacomo Leopardi, a torto considerato pessimista e quello di Qohelet (L’Ecclesiaste), che richiama alla responsabilità.

Garzoncello scherzoso,
cotesta età fiorita
è come un giorno d’allegrezza pieno,
giorno chiaro, sereno,
che precorre alla festa di tua vita.
Godi, fanciullo mio; stato soave,
stagion lieta è cotesta.
Altro dirti non vo’; ma la tua festa
ch’anco tardi a venir non ti sia grave.

Leopardi, Il sabato del villaggio.

Ricordati del tuo creatore nei giorni della tua giovinezza, prima che vengano i giorni tristi e giungano gli anni di cui dovrai dire: “Non ci provo alcun gusto”,
prima che si oscuri il sole, la luce, la luna e le stelle e ritornino le nubi dopo la pioggia;

quando tremeranno i custodi della casa e si curveranno i gagliardi e cesseranno di lavorare le donne che macinano, perché rimaste in poche, e si offuscheranno quelle che guardano dalle finestre

e si chiuderanno le porte sulla strada; quando si abbasserà il rumore della mola e si attenuerà il cinguettio degli uccelli e si affievoliranno tutti i toni del canto;
quando si avrà paura delle alture e degli spauracchi della strada; quando fiorirà il mandorlo e la locusta si trascinerà a stento e il cappero non avrà più effetto, poiché l‘uomo se ne va nella dimora eterna e i piagnoni si aggirano per la strada;
prima che si rompa il cordone dargento e la lucerna doro sinfranga e si rompa lanfora alla fonte e la carrucola cada nel pozzo
e ritorni la polvere alla terra, com’era prima, e lo spirito torni a Dio che lo ha dato.
Vanità delle vanità, dice Qohelet, e tutto è vanità.
Qohelet 12:1-8
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: