A PROPOSITO DI SANTITÀ

4 Set

“Paolo, servo di Cristo Gesù, apostolo per vocazione, prescelto per annunziare il vangelo di Dio, che egli aveva promesso per mezzo dei suoi profeti nelle sacre Scritture, riguardo al Figlio suo, nato dalla stirpe di Davide secondo la carne, costituito Figlio di Dio con potenza secondo lo Spirito di santificazione mediante la risurrezione dai morti, Gesù Cristo, nostro Signore. Per mezzo di lui abbiamo ricevuto la grazia dell’apostolato per ottenere l’obbedienza alla fede da parte di tutte le genti, a gloria del suo nome; e tra queste siete anche voi, chiamati da Gesù Cristo. A quanti sono [in Roma] amati da Dio e santi per vocazione, grazia a voi e pace da Dio, Padre nostro, e dal Signore Gesù Cristo”. (Romani 1:1-6, enfasi mia).

Della santità e della metamorfosi che essa ha avuto nel pensiero della Chiesa cattolica si è già detto a sufficienza. L’apostolo Paolo scrive a dei cristiani in vita chiamandoli santi, prima della loro morte.

Nella sua visione oggi la Chiesa cattolica proclamerà santa Madre Teresa di Calcutta diciannove anni dopola sua morte, dimenticando che il giudizio spetta solo a Dio.

Leggendo la biografia di Anjezë Gonxhe Bojaxhiu, chiamata Madre Teresa di Calcutta, non credo proprio che avrebbe gradito tutto questo rumore intorno alla sua persona, e non solo per il denaro speso nella cerimonia di oggi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: