ROTATORIE

16 Ago

Rotondamagica

Le rotatorie stradali, si sa, sono il business del 21° secolo, spesso messe dove non se ne percepisce alcuna utilità, ma se poste bene eliminano i semafori e snelliscono il traffico. Se ne percorrete tre una dietro l’altra molto probabilmente finite in un negozio di bricolage con l’insegna blu e gialla. La più famosa in assoluto è la rotonda magica, nei pressi di Swindon.

Dovrebbero servire a snellire il traffico, perché si entra quando la vettura che sopraggiunge da sinistra ha l’indicatore di direzione (comunemente detto “freccia”) in direzione dell’uscita.

Qui al Sud il condizionale è d’obbligo perché le frecce le hanno finite quando da piccoli giocavano agli indiani, ma stranamente il fenomeno riguarda anche le signore.

L’altra sera restammo fermi tre o quattro minuti prima di impegnare la rotatoria di ingresso di Ostuni provenendo da San Michele Salentino, con molte autovetture che ne uscivano senza che nessuno mettesse la freccia, e vederle uscire senza saperlo prima serve poco finché, bontà sua, ma forse era un turista ignaro delle usanze locali, qualcuno la azionò.

Dicono che a Napoli, e in parte anche a Roma, i tre colori dei semafori più che indicare degli obblighi e dei divieti facciano parte dell’arredo urbano luminoso, un po’ come sotto natale, ma evidentemente anche con le rotonde non si scherza, con le loro belle aiuole al cento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: