“PIACERE, CRISTINA!”

23 Giu

Al cambio di casa, un vicino saluta la nuova venuta, “Buongiorno!… Signora o signorina?”.

“Piacere, Cristina”.

Un paio di giorni dopo, con malcelata insistenza, “Buongiorno, ma… debbo chiamarla signora o signorina?”.

“Buongiorno, gliel’ho detto” risponde con cortesia “mi chiamo Cristina”.

“Secondo me” ha commentato Cristina “voleva sapere se oltre la mia porta c’è un uomo”.

Perché il sessismo si nasconde, male, anche dietro le parole.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: