LAVORARE STANCA

23 Feb

Tom si disse che, dopo tutto, il mondo non era poi così cattivo, aveva scoperto una legge basilare della natura umana, e cioè che per indurre un uomo o un ragazzo a desiderare una data cosa, basta dimostrargli che è difficile averla. Se fosse stato un grande saggio filosofo, come lo scrittore di questo libro, avrebbe capito che tutto ciò che si è costretti a fare diventa un lavoro, e che tutto ciò che non si è costretti a fare è un divertimento. E questa considerazione lo avrebbe aiutato a capire perché far fiori artificiali o essere costretti ad azionare con la forza delle gambe e delle braccia la ruota di un mulino viene considerato un lavoro, mentre scagliare una palla pesante contro dei birilli o scalare il Monte Bianco è un divertimento.

Mark Twain, Tom Sayer, capitolo 2, “Un lavoro di tutto riposo”.

Non tutti i libri “per ragazzi” sono per (solo) per ragazzi.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: