DI REGALI E DI CULTURA

21 Dic

Anni fa ospitammo per un certo periodo la figlia di nostri amici pugliesi venuta a Trieste per studio, quella che sul nostro libro degli ospiti come dedica scrisse “Siete speciali” e, ovviamente le dediche si interpretano al meglio. Una sera rincasando la trovammo che suonava il nostro pianoforte ormai in disuso e fu per noi un vero piacere.

Il padre provvide a farci avere un assegno a rimborso spese. Non era proprio il caso e, per non entrare in quel balletto sociale del “non dovevi” “certo che sì” eccetera, decidemmo di parlarne con l’interessata che, per risolvere la questione ci disse, “ Regalate a me il corrispettivo in libri”.

Prendemmo per buona l’idea, mi occupai dell’acquisto secondo i gusti che di lei avevamo capito, assieme a Senilità di Italo Svevo, un must della cultura locale e Ulisse di James Joyce, in inglese, incartato a parte con l’avvertenza, “Aprilo più tardi, per adesso goditi la vita”.

Quando si ha a che fare con giovani che apprezzano la cultura le cose sono sempre più semplici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: