LA PUREZZA DELLE FANCIULLE

14 Dic

Nel mio saggio “Di sessismo linguistico si deve ancora parlare” ho fatto notare come pochi facciano caso che l’usanza che nei matrimoni vede il padre accompagnare la figlia all’altare e consegnarla allo sposo è un ricordo di quando la donna veniva venduta.

Per esigenze di sintesi non ho citato ciò che avviene a proposito della verginità negli Stati Uniti. Che di verginità e di altri argomenti relativi alla sfera sessuale della persona nel 2015 si possa e si debba finalmente parlare liberamente è un bene. Alcune lingue, ma non l’italiano, hanno eliminato il termine signorina (Fraulen, Mademoiselle e Miss, in tedesco, francese e inglese) perché lo status sessuale è un fatto personale e come tale non deve essere menzionato nei documenti.

Negli Stati Uniti, paese occidentale, in particolare in Maryland e in Oklahoma, esiste ancora la pratica del ballo della purezza, da non confondere con il ballo delle debuttanti, nel quale le ragazze promettono ai loro padri di mantenersi vergini fino al matrimonio.

L’impegno è solo femminile perché, si sa, “i maschi debbono fare esperienza”, tant’è che erano i padri anche in Italia ad accompagnare i figli adolescenti nelle case di tolleranza, ma soprattutto, comunque la si pensi sull’opportunità o meno dei rapporti sessuali prematrimoniali, la promessa è fatta al padre, e non eventualmente a un’entità superiore (Dio o come la si voglia chiamare), perché sarà egli a consegnare la fanciulla vergine allo sposo. Proprio come avviene nell’ambiente islamico in cui una nubile non più vergine vale meno di una nubile morta perché ha disonorato la famiglia.

Da qualsiasi angolo lo si guardi questa usanza si presta a molte considerazioni.

Annunci

4 Risposte to “LA PUREZZA DELLE FANCIULLE”

  1. bisybusy dicembre 15, 2015 a 9:47 am #

    probabilmente vi è un fondo di veritá in quello che dici, ma credo che dietro questo gesto seppur rituale e tradizionale ci sia il senso dell’accompagnamento verso una nuova stagione della vita di una donna. la genetica e la tradizione culturale più antica (si pensi alle tragedie greche) ritengono che la genesi biologica di una vita venga dal padre, perchè il padre nella sua vocaziobe naturale è un pater familias, è origine e compimento che segue corregge e accompagna. non sò se se andare all’altare da sole sarebbe un gesto eroico e coraggioso e molto femminista. ogni scelta importante richiede un minimo di consenso e affetto profondo. credo che ogni donna abbia bisogno di un padre che la accompagni verso il suo uomo, per sentirsi più coraggiosa e femminile.

    • ci emme dicembre 16, 2015 a 11:49 am #

      Perché non potrebbe essere la madre o entrambi i genitori (come per esempio nel matrimonio ebraico) che ti accompagnano? Fondamentalmente potrebbe pure esser un tuo amico. L’idea è di non andarci da sola perché il passo è importante, ma perché il padre? La madre potrebbe aiutarti altrettanto a sentirti coraggiosa e femminile, così come un tuo amico di cui stimi il modo di esser uomo.
      Andarci da sola non è una questione di coraggio, né andarci con qualcuno sarebbe una questione di debolezza, però attenzione con i “ruoli” che si attribuiscono di default, quel che dici può esser vero per alcune donne, ma dipende fortemente dal padre che ciascuna ha avuto. Certi padri potrebbero farti sentire debole e rospa, altri un po’ puttana, altri Lolita…

      • bisybusy dicembre 16, 2015 a 1:04 pm #

        perchè il padre è il primo uomo della vita di una donna.

  2. ardovig dicembre 16, 2015 a 3:30 pm #

    Quante umiliazioni hanno subito le donne che partorivano bambine (pensiamo al “nottata persa e figlia femmina” siciliano), sia perché non erano braccia per l’agricoltura, quando invece le donne lavorano nei campi, sia per l’ossessione della trasmissione del cognome famigliare, fino alla scoperta che il sesso del nascituro è, invece, determinato dal maschio, trasmettendo egli il cromosoma X o Y? Il concetto di pater familas non rispecchia la realtà ma ripropone lo stereotipo maschilista che in Italia, almeno legalmente, è terminato con la riforma del diritto di famiglia. Oppure nel dover dimostrare, con il lenzuolo della prima notte consegnato come prova della verginità ante alla madre.

    “Perché il padre è il primo uomo della vita di una donna” non trova il naturale reciproco nella madre, plausibile in un paese di mammoni qual è il nostro.

    “Andarci con un amico… andarci da sola non è una questione di coraggio, né andarci con qualcuno sarebbe una questione di debolezza”. Certo, essere accompagnata da un amico sarebbe un bel gesto di rottura del “si è semprè fatto così”.

    Quando parlo di donne felicemente sole non uso il termine nubile – che presuppone la disponibilità al matrimonio che non vogliono – ma preferisco il neutro inglese single, che le definisce per quelle che sono e non in funzione di qualcuno o qualcosa altro, come il pessimo termine “mater nullipara”, madre senza figli, ma comunque madre potenziale.

    Dagli anni sessanta che sono stati uno degli spartiacque della libertà dei costumi nelle relazioni tra i generi, i ragazzi si frequentano, perché le ragazze godono di una libertà di movimento non vista prima di allora, si conoscono, il fidanzamento non è più un atto sociale ma un accordo tra i due corollato eventualmente da rapporti prematrimoniali non visti necessariamente come prova d’amore fino al matrimonio.

    Perché, quindi, non lasciare che i due attori del matrimonio si rechino assieme alle prime sedie nel caso di matrimonio civile o all’altare (contrariamente agli altri sacramenti della Chiesa cattolica i celebranti sono gli sposi e non il prete, che li assiste e li benedice)?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: