IPOCRISIE LESSICALI

1 Dic

In un paese nel quale il cinema, la politica e molti giornali hanno sdoganato un lessico italiano non proprio forbito, ricorrendo anche agli eufemismi consolidati o agli asterischi che altro non fanno che evidenziare i termini, l’editoria libraria sembra essere all’estremo opposto.

Due esempi attuali

Il titolo del libro di Erica Jong, Fear of Dying, (tr. Paura di morire), sèguito dopo tanti anni di Fear of Flying, uscito in italiano con il titolo Paura di volare, in italiano è tradotto Donna felicemente sposata cerca uomo felicemente sposato, titolo che ai meno giovani rammenta un film con Alberto Sordi.

Quello di Mona Eltahawy, Headscarves and Hymens: Why the Middle East Needs a Sexual Revolution (tr. Veli e imeni. Perché il Medio Oriente ha bisogno di una rivoluzione sessuale) è pubblicato in Italia con il titolo Perché ci odiano (dal titolo di un articolo su FP del 23 aprile 2012).

Forse perché parlare di morte e organi sessuali in copertina, soprattutto sotto natale quando le librerie sono molto frequentate, non sta bene?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: