“FIDANZATINI”

10 Nov

Dopo l’omicidio di Ancona i quotidiani e i salotti televisivi andranno per lungo tempo a caccia del movente, dei pareri dei vicini e di tutto il resto, quando la cruda realtà è che una o due persone hanno ucciso i genitori di lei.

Resto sempre basito di fronte della definizione legale dei “futili motivi”, come se ci fossero motivi validi per ammazzare una persona.

In un’epoca molto diversa dalla nostra, nella quale i figli erano considerati proprietà, l’apostolo Paolo scrive questo invito,

Figli, obbedite ai vostri genitori nel Signore, perché questo è giusto. Onora tuo padre e tua madre: è questo il primo comandamento associato a una promessa: perché tu sia felice e goda di una vita lunga sopra la terra. E voi, padri, non inasprite i vostri figli, ma allevateli nell’educazione e nella disciplina del Signore”. (Efesini 6:1-4), esprimendo in altre parole quanto troviamo nei dieci comandamenti (Esodo 20 e Deuteronomio 5) ma è interessante come l’apostolo rammenti che è un comandamento associato a una promessa.

Il fatto di Ancona richiama fatalmente alla memoria quello di Novi Ligure. Oggi come allora, per favore, non chiamateli “fidanzatini”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: